Sei lezioni che ho imparato dai miei bambini

Vi ricordate quando eravamo piccoli come immaginavamo di diventare tutto: dall’infermiera a superman? Ci identificavamo con i nostri eroi e pensavamo che un giorno saremmo diventati come loro. È incredibile come siamo nati con un istinto per compiere grandi cose nella vita e poi con il passare degli anni abbiamo abbandonato questo nostro istinto.

Ho tre bambini e osservando cosa e come lo fanno imparo di continuo anche da loro.

1. Il mio figlio Luka, ogni due tre giorni cambia idea su che cosa vuole diventare da grande: cantante, disegnatore di fumetti, programmatore informatico, attore. È ovvio che può fare una qualsiasi di queste professioni. Morale: Puoi veramente diventare qualsiasi cosa desideri. 

2. Da piccoli li mettevo davanti lo specchio, li alzavo e spostavo da sinistra a destra da su a giù e ogni volta quando entravamo nel campo visivo loro ridevano come pazzi. E sapete cosa succedeva? Il bambino nello specchio rideva anche lui. La morale: sorridi al mondo e alle altre persone e il mondo sorriderà insieme a te.

3. Quando si tratta di divertirsi o di fare qualcosa di bello e piacevole i miei ragazzi non sono mai stanchi. Non sono mai stanchi per una festa, per andare a trovare i cugini, per una visione di un film in famiglia con i pop-corn. E anche se gli dico “Ma domani c’è la scuola” loro non si preoccupano e si dedicano a quel momento e si divertono. Morale: Concentrati sul presente, su oggi, su qui ed ora.

4. I bambini sono veri campioni nel negoziare. Avete mai provato a dirli di NO? E loro cosa fanno? Continuano ad insistere finché in un modo o nel altro ottengono quello che vogliono. I bambini non hanno imparato a mollare. Morale: I vincitori non mollano mai, quelli che mollano non vincono.

5. L’ altro giorno mio figlio Luka è riuscito a fare, dopo essere caduto più volte, i suoi primi 3 metri in monociclo. E sapete cosa ha fatto immediatamente dopo? È salito subito di nuovo per rifarlo. E cosi ha fatto 5 metri. Mia figlia Nasti ha creato la prima sciarpa e poi le prime pantofole e dopo ne ha fatto altri tre paia e due cappelli…Morale: Dopo che hai sbagliato qualche volta e finalmente riesci, continua a farlo per avere un risultato ancora più grande. Impara dai tuoi successi.

6. I miei figli mi chiedono di continuo le cose: “Posso andare da…?” “Poso fare questo o quello…? “ “Possiamo comprare il cane…?” “Giochiamo insieme…?” e cosi via. E sapete cosa succede? Alla fine, abbiamo adottato un cane, abbiamo i pesci, loro fissano e vanno dagli amici, giochiamo insieme … Morale: Non avere paura di chiedere. Al limite ti dicono di “no” e se lo fanno probabilmente questo “no” non è per sempre. Più tardi puoi chiedere di nuovo.

E ultima cosa, in conclusione…

Otteniamo sempre ciò che diamo. Non c’è nulla di più bello di quando ti dicono “Papà, ti voglio bene”.

I bambini hanno un sacco di successo. Lo sanno fare!

Sono fiero di essere papà di questi ragazzi!

Buon compleanno papà

Buon compleanno papà. Grazie figlioli !

Vladi



 

 

E se imparassi cosa vuol dire “dB” ?

Corso base per i fonici

Avete presente quella sensazione straordinaria e unica, trovarsi in mezzo di una sala da concerti, di fronte ad una console audio, con qualche centinaio o ancor di più di fan intorno… qualcuno vi chiede a che ora iniziano, qualcuno chiede il titolo della prima canzone … ultimi line-check sono stati fatti, i colleghi prendono le loro postazioni, backliners controllano l’accordature… tu controlli il tuo mixer, le cuffie, verifichi ancora, rileggi la scaletta… check and double check… si spengono le luci di sala, la musica di sotto fondo scompare… tensione sale, il pubblico rumoreggia… adrenalina è alle stelle… I musicisti salgono sul palco, sblocchi “il mute” e … WOW!!!

IO ADORO QUESTO MOMENTO!!! ED OGNI VOLTA È UGUALMENTE ENTUSIASMANTE!

Sono molto felice di poter trasmettere la parte delle mie conoscenze che in questi 25 anni mi hanno permesso di vivere momenti come quelli descritti. Ci vediamo in “aula”.

LUNGA VITA ALLA MUSICA!

Vladi